Adlash

Città del deserto di Aden che si affaccia sul Mar Placido.

Adlash è una città stato di origine portuale e mercantile che sorge in corrispondenza di un'oasi. Secondo alcuni racconti venne fondata da un gruppo di maghi che, banditi dalla città di Gubrash, trovarono un ottimo rifugio presso l'oasi. Da allora Adlash cambiò più volte dominio fino ad assestarsi a quello odierno, vale a dire un protettorato mercantile con forte influenza da parte del Culto. Inoltre, secondo la religione di Rawk, Adlash sarebbe stato il teatro delle gesta di Enar.

Pare che in passato Adlash fosse divenuta un centro segreto per lo sviluppo della necromanzia e della magia nera in generale, tanto che si ventilava l'ipotesi che potesse nascere una rivale nera di Gubrash. Successivante però entrarono in gioco le battaglie di religione che portarono dopo molti anni l'affermarsi dei sacerdoti di Rawk: nacque quindi un grande tempio molto frequentato e la religione divenne un movimento molto importante. E' possibile che i sacerdoti di Rawk abbiano combattuto contro i movimenti di magia nera che segretamente si stavano espandendo, ma non vi sono testimonianze a riguardo; di certo comunque l'attività dei maghi diminuì proprio con l'espandersi del culto di Enar.

In tempi recenti la città venne occupata dalle milizie sacre del Culto che cacciò i seguaci di Rawk, assassinò il loro gran sacerdote e demolì il tempio sacro edificandone uno per il dio Dyn. Da allora la città è sotto il controllo praticamente diretto del Culto.