News

6 Aprile 2012

Come fare il master di Arcan Myth Scritto da Provolik

Come fare il master di Arcan Myth

La Forza mi ha detto che qualcuno ha bisogno di un post del genere: forse il manuale non è chiarissimo in proposito e lascia la cosa allo sviluppo del lettore, quindi cercherò con questo post di spiegare velocemente come si “mastera” (Voce del verbo masterare = fare il master) una partita di Arcan Myth, anche se penso che in generale possa valere per qualsiasi GdR.
 

Il compito principale di un Master è far divertire i giocatori e divertirsi nel far questo. Tutti gli altri compiti sono accessori al primo, per quanto essi possano essere importanti. Si presume che il Master conosca l'ambientazione e le regole del gioco per il quale fa il master. Si presume anche che abbia in testa una situazione dalla quale i personaggi dovranno partire, se questi si conoscono e così via.

Per prima cosa però il Master deve trovarsi con i giocatori per costruire i personaggi, dalla scheda al background. Per i più inesperti: costruite prima la scheda e poi il background che giustifichi ciò che sa fare il personaggio. Sul manuale ci sono ben due capitoli che spiegano la creazione del personaggio, uno dedicato alla fase interpretativa, l'altra a quella tecnica della scheda.

Una volta pronti i personaggi, il master dovrà proporre ai giocatori una prima avventura, sotto forma di una situazione iniziale che poi evolverà a seconda delle scelte dei personaggi. Faccio un esempio che può essere d'aiuto: il Master ha fatto fare i personaggi, dicendo ai giocatori che, per necessità della storia, i loro “beniamini” si conoscono già, hanno una certa relazione di amicizia e/o di affari e vivono tutti nello stesso villaggio; poi propone una situazione iniziale. Questa potrebbe essere che i personaggi vengono svegliati di soprassalto dagli allarmi di un incendio e si ritrovano alla piazza del villaggio mentre le case vanno a fuoco.

(Dialogo: M = Master, Gx = Giocatore x)
M - Vi ritrovate nella piazza e vi riconoscete, le fiamme sono già alte e le urla della gente che scappa fuori dal villaggio vi raggiunge, alcune sono molto vicine, altre sono molto lontane.
G1 - Vedo una strada che possa condurmi fuori dalle fiamme?
M - Sì, ce ne sono due, la strada che esce a nord e quella che esce a ovest.
G2 (agli atri) - Andiamo a ovest?

I giocatori discutono due minuti sul da farsi e poi decidono di andare a ovest, qui interviene il master e descrive loro la situazione.

M - La strada è piena di tizzoni, ma percorribile, alcune persone si stanno dirigendo fuori dal villaggio per mettersi in salvo, mentre sentite al di fuori delle case alcune voci urlare “Al fiume! Al fiume!"

G3 - “Forza ragazzi, dobbiamo andare al fiume a dare una mano!”

A questo punto il master ha di fronte diverse scelte: (A) far fare ai giocatori le loro azioni senza introdurre altri elementi per vedere come se la caveranno con l'incendio; (B) arricchire l'evento di alcuni imprevisti relativi all'incendio, per esempio il pianto di un bambino proveniente da una casa in fiamme; (C ) introdurre nella storia un elemento forte, per esempio il villaggio è sotto un attacco di alcuni goblin che hanno appiccato il fuoco con molta astuzia.

Nei casi A e B, i personaggi non dovranno combattere, quindi i giocatori interpreteranno dialoghi e relazioni sociali utilizzando o meno le abilità dei PG. Inoltre, finita la questione incendio, potrebbe emergere un elemento di indagine su cosa l'abbia appiccato, che potrebbe far partire l'avventura.

Nel caso C invece i PG potrebbero volersi fare strada con la forza e quindi combattere. E' necessario comunque inquadrare l'attacco goblin mediante incendio: per esempio potrebbero voler catturare uomini e donne da schiavizzare (o rivendere come schiavi). I personaggi potrebbero voler annientare i goblin o comunque parte di essi, per consentire la liberazione di chi è stato catturato che a sua volta potrebbe dare man forte ai personaggi.

Prendo in esame il caso A e con la fine dell'incendio i personaggi, aiutati da un paio di guardie indagano sulla natura dell'incendio. E' necessario che il master descriva la desolazione e lo sconforto che regnano dopo un simile evento.

M - Mezzo villaggio è andato in fumo e di quelle case non restano che poche pietre e cenere. Delle rimanenti, molte sono danneggiate, ma altre nella zona sud sono intatte. Il fumo si leva ancora dalla terra calda e mentre quelli che sono rimasti senza casa piangono la loro sciagura, o i loro morti, chi ha avuto più fortuna si offre di ospitare i più bisognosi.
G2 - Casa mia è andata distrutta?

Qui il master può decidere arbitrariamente la posizione delle case dei personaggi, che però dovrebbero verosimilmente essere state quanto meno intaccate dall'incendio, essendo vicini alla piazza. Una volta dipanati questi dubbi i personaggi potrebbero voler trovare il punto nel quale è nato l'incendio. Non c'è bisogno di nascondere loro questa informazione, fate fare dei tiri in abilità come cercare e percezione e se hanno abbastanza valore fate individuare il punto, altrimenti sarà una guardia a farlo e a condividere con loro la scoperta. Una volta giunti lì parte l'indagine.

G3 - Posso capire chi è passato di qui di recente?
M - Forse, fai una prova di Cercare e vediamo.
G3 tira il dado (da 12 facce) e ottiene 7, che sommato al suo 15 di cercare fa 22.
M - Trovi le tracce di alcuni stivali, ti pare che abbiano una forma strana.
G3 - “Amici, ho trovato qualcosa”, faccio vedere le impronte agli altri.

I giocatori spiegano se i loro personaggi si avvicinano o meno alle tracce e se le analizzano con delle prove di abilità simile a quella appena vista. Salta fuori che quel tipo di calzatura appartiene all'erborista che, guarda caso, è scomparso. L'erboristeria e casa sua sono stati danneggiati ma ancora intatti, dove sarà finito? I giocatori possono discutere tra di loro, ma di certo ci sono elementi sufficienti per ispezionare la casa dell'erborista e scoprire qualcos'altro.

Questo che ho offerto è solo un piccolissimo esempio di come si svolge una partita, ossia con dialoghi tra i giocatori (incluso il master), descrizioni e risoluzione delle azioni mediante il sistema/gioco scelto, in questo caso ovviamente Arcan Myth.

Sto pensando a come espandere argomenti come questo che, per persona principianti, possono essere molto interessanti e d'aiuto.

Se avete suggerimenti, c'è il forum.



Articoli correlati

19 Gennaio 2017
Maledetta spada!
Scritto da ProvoliK
30 Giugno 2016
Teletrasporto
Scritto da ProvoliK
3 Marzo 2016
La porta segreta
Scritto da ProvoliK



Archivio