News

2 Maggio 2013

La teoria dei 4 PNG Scritto da Provolik

La teoria dei 4 PNG

Da quanto tempo giocate di ruolo? Immagino che molti di voi ne abbiano viste di cotte e di crude e oggi mi voglio rivolgere alle persone più abbiette di quelle che compongono il mondo del gdr: i giocatori! E, come si sa, non esiste giocatore peggiore del Master, anche se per molti questi ha sempre ragione.

Infatti durante le mie peripezie da giocatore ho sempre constatato essere veritiera la teoria dei 4 PNG, anche se potrebbe essere definita come la teoria degli N PNG, con N definito soltanto quando è stato definito il master.

Potrei formulare questa teoria in questo modo: ogni master di lungo corso (quindi escludiamo one-shot, tornei e robe simili) ha, nel suo repertorio, N personaggi non giocanti generici che suole interpretare.

I PNG generici sono il mercante del mercato o dell'emporio, il taverniere, il passante, l'ubriacone, il fabbro e in generale tutta quella marasma di contorno "non preventivamente preparata" che dà comunque colore alla sessione e all'avventura, specie se siamo in città.

Ma allora perché 4? Semplicemente perché generalmente mi sembra che siano sempre quei soliti 4 a girare. Ho capito questa cosa una volta, per un master, e poi ho provato ad applicare la teoria a tutti i master precedenti e... TA-DA! Rispettavano tutti questa regola, nessuno escluso.

Ovviamente non rientrano nel conteggio i PNG preparati e storici, che magari sono un po' più particolari e quindi esulano dal generico.

Ma la teoria non finisce qui.

N tende a calare con l'andare della campagna e delle sessioni. Probabilmente i master tendono a preferire un certo tipo di atteggiamento, di voce e di risposte tanto che andando avanti i nuovi PNG tendono ad assomigliarsi tutti.

In effetti è anche possibile che N sia un numero abbastanza elevato, magari vicino a dieci e in questo caso la varietà è talmente alta che i giocatori farebbero fatica a distinguere gli archetipi.

Tuttavia si potrebbe trasformare questa teoria in una pratica tecnica: preparare a tavolino 4/6 caratteri e modi di parlare in modo da poterli sfruttare al volo in caso di necessità. Faccio alcuni esempi:

* Timido, voce bassa, di poche parole e schivo. Cerca di troncare le discussioni per pensare agli affari suori.
* Arrogante, voce normale, scontroso. Indisponente se non viene assecondato.
* Ironico, voce roca, coda di paglia. Simparico coi personaggi ma si arrabbia se viene deriso.
* Furbo, voce normale, parla forbito. Cerca di trarre il maggior profitto dai personaggi.

Questi ovviamente sono solo alcuni esempi, ma se ne possono costruire molti altri, magari più particolareggiati e adatti a ruoli o professioni differenti (mercante, taverniere, cameriere, maggiordomo).

In questo modo si assicura più varietà senza il rischio di degenerare nel PNG unico.



Articoli correlati

7 Dicembre 2017
Soprannomi
Scritto da ProvoliK
27 Novembre 2017
Il Master e il GdR
Scritto da ProvoliK
3 Marzo 2016
La porta segreta
Scritto da ProvoliK



Archivio